Torta zebrata - SENZA GLUTINE


La torta zebrata è estremamente scenografica: sebbene da fuori possa sembrare una normale torta morbida, da merenda o da colazione, il taglio della fetta nasconde una gran sorpresa. Lavorando due impasti, uno semplice e l'altro con aggiunta di cacao, e distribuendoli nella tortiera a cucchiai alternati si possono ottenere decorazioni differenti, ad esempio come la mia se gli impasti vengo messi in teglia in maniera concentrica.

Sul web si trovano molteplici versioni, chiamate zebrate, variegate o marmorizzate.


La mia ricerca verteva però su una torta zebrata che fosse senza glutine, così che Matteo potesse mangiarla tranquillamente.

Dopo una ricerca su vari blog di nicchia, giungo sul blog di Elena che spiega molto bene come ottenere l'effetto zebrato anche con farine senza glutine.

Il segreto, dice, è l'utilizzo di farina di guar in aggiunta alle farine naturalmente senza glutine, senza la quale i due impasti colorati si miscelerebbero impedendo l'effetto a strisce.


Nel medesimo post Elena fornisce anche le dosi per un mix molto versatile per la preparazione di torte morbide, che ho già utilizzato in più di un'occasione.


Rispetto alla sua ricetta originale, sia del mix sia della torta, ho apportato alcune piccole modifiche che non hanno assolutamente compromesso il delizioso risultato.


Per la cottura ho scelto uno stampo da 18 cm di diametro, che permette un buon sviluppo verticale della torta con una conseguente bella decorazione a zebra.


Ma ora a voi gli ingredienti e la preparazione.



Ingredienti - Dosi per una tortiera di 18 cm di diametro


Per il mix di farine per torte morbide:

  • 130 g di farina di riso

  • 80 g di fecola di patate

  • 1/4 di cucchiaino di vaniglia in polvere *

  • 1/2 cucchiaino di farina di guar *


Per la torta zebrata:

  • 210 g del mix per torte morbide

  • 40 g di mandorle tritate finemente

  • 100 g di zucchero integrale di canna

  • 3 uova

  • 80 g di olio di mais

  • 1 1/2 cucchiaio di cacao amaro *

  • 100 ml di latte di riso

  • 1 1/2 cucchiaino di lievito per dolci *

  • 1 pizzico di sale per montare gli albumi.


* le dosi si riferiscono ai misurini anglosassoni


In caso di fruizione da parte di un celiaco, tutti gli ingredienti utilizzati devono essere certificati "senza glutine".



Preparazione


Dapprima ho separato gli albumi dai tuorli e con le fruste elettriche ho montato a neve gli albumi, a cui ho aggiunto il pizzico di sale per rendere il tutto più semplice.


Successivamente ho montato i tuorli con lo zucchero integrale di canna.

Ho poi aggiunto il latte e mescolato.

Dopo aver tritato finemente le mandorle, le ho aggiunte con il lievito all'impasto di tuorli, zucchero e latte e ho mescolato ancora.

Infine, ho inserito anche il mix di farine per torte morbide alternandolo con l'olio e ho mescolato ancora usando le fruste elettriche.


Dopo aver reso omogeneo l'impasto, vi ho aggiunto gli albumi montati a neve, mescolando utilizzando una spatola di silicone dal basso verso l'alto con molta delicatezza cercando di non smontare gli albumi.


A questo punto ho versato circa 300 gr di impasto in una seconda terrina mettendo da parte.

Nella parte restante ho aggiunto il cacao setacciato con un colino per evitare i grumi e ho mescolato per omogeneizzare il tutto.


Quindi, ho foderato con la carta forno inumidita uno stampo da 18 cm di diametro.

Fatto questo ho iniziato a versare 3 cucchiai di impasto scuro al centro della tortiera, poi sopra questo ho messo 3 cucchiai di impasto chiaro, usando per ogni composto cucchiai dedicati.

Ho proceduto alternando 3 cucchiai di impasto scuro a 3 cucchiai di impasto chiaro fino a finire ambedue i composti.


In alcun modo dobbiamo sistemare gli impasti con il dorso dei cucchiai o battere la tortiera per livellarli: tutte questi "disturbi" comportano il rovinarsi delle decorazioni a zebra.


Infine, muovendo il più attentamente e delicatamente possibile la tortiera, ho infornato in forno caldo a 190°C e cotto per 45-50 minuti.

Si rende necessaria la prova dello stuzzicadenti per verificare che l'impasto sia cotto anche nel mezzo.


Una volta cotta, ho lasciato la torta nel forno e l'ho fatta raffreddare. Solo una volta fredda l'ho tolta dal forno e poi dallo stampo e l'ho posta a perdere l'umidità del caldo su una gratella.


Buona torta a tutti!

#panpagni #federica #ricetta #dolce #dessert #fruttasecca #mandorle #senzaglutine #glutenfree #senzaburro #senzalattosio #farinadiriso #colazione #merenda #farinadiguar #fecoladipatate

RECENT POSTS

pan&pagni P.iva 03151930967